News dalle Province,

Alessandria – Impiego del personale DIGOS – Protesta!

Condividi su:

Alessandria – Impiego del personale DIGOS – Protesta!

Lettera del Segretario Generale Provinciale Uil Polizia di Alessandria Antonio Antonacci al Sig. Questore dr. Michele Morelli.

Sig. Questore,

nella giornata di Sabato, 15 settembre u.s., come da Sua Ordinanza, due operatori Digos, assieme ad altro personale, sono stati comandati in servizio di O.P. in Alessandria per seguire la manifestazione denominata “Alecomics”, nel corso della quale si sono celebrati diversi eventi, tra cui conferenze, workshop, cosplay contest, tornei di videogames, sessioni di gioco da tavolo e molto altro ancora.

Nel pomeriggio di Sabato, nel pieno della suddetta manifestazione, il Capo di Gabinetto ordinava alla pattuglia Digos di allontanarsi dal servizio di O.P. per recarsi, con la massima urgenza, in località Spinetta Marengo dove alcuni tifosi dell’Alessandria calcio avevano esposto uno striscione di dissenso contro la Società.

Non si sa bene quale sia stata la grave turbativa all’ordine pubblico che l’esposizione di tale striscione avesse determinato ne quali esigenze di Polizia Giudiziaria richiedessero la presenza urgente del personale Digos sul posto, ma dovendo adempiere al tassativo ordine impartito dal Capo di Gabinetto i due colleghi impegnavano a tutta velocità le vie cittadine a bordo dell’autovettura di servizio, andando poco dopo a collidere con un’altra autovettura.

Risultato: 2 operatori di Polizia feriti, con prognosi di 10 giorni s.c. che avrebbero preso  atto, se fossero giunti sul posto, di uno striscione contenente la frase “Società Indegna! Sostegno alla Squadra”.

Per questo striscione due poliziotti della Digos della Questura di Alessandria sono finiti in ospedale

Siamo allibiti.

Proprio pochi giorni fa questo Sindacato era intervenuto su un altro aspetto legato all’organizzazione dei servizi di ordine pubblico e che riguarda, nello specifico, il contenuto delle Sue “Ordinanze di Servizio” stilate senza le necessarie elementari indicazioni di legge e prevedendo l’impiego degli Agenti di PS in luogo degli Ufficiali di P.S.

Adesso la situazione legata agli aspetti dell’ordine pubblico pare essere sfuggita completamente di mano e i feriti si iniziano a contare, in un clima di profonda incertezza e generale preoccupazione.

Sotto l’aspetto sindacale è importante ricordare, a chi ne avesse mai bisogno, che il personale già comandato di servizio per una specifica attività, in assenza di tumulti popolari o dichiarazioni di guerra, non può essere distolto in altri servizi.

Sotto questo elementare aspetto, il caso accaduto sabato peggiora ogni ulteriore valutazione in quanto si era in presenza di una Ordinanza di Servizio, firmata proprio da Lei, Questore, che già comandava per una specifica attività il personale DIGOS e che evidentemente qualcuno ha ritenuto di superare per delle sciocchezze.

Rimane inoltre un mistero il fatto che per tale amena causa, che ha prodotto 2 poliziotti feriti, non siano state interessate le altre pattuglie presenti sul territorio che avrebbero, senza problemi, potuto recarsi sul posto ove era stato affisso lo striscione e informare chi di competenza sulla banale contestazione sportiva.

Questo ennesimo episodio, conclusosi malamente, pone all’attenzione della S.V. il continuo impiego del poco personale di Polizia ed in particolare di quello in servizio alla Digos in attività che non sono di specifica pertinenza e che non possono essere supportate con l’attuale organico.

La responsabilità di tale situazione la individuiamo nella catena di Comando dell’Ufficio di Gabinetto, che in ogni dove individua in particolare il personale Digos quale destinatario di ogni attività legata al territorio e che riguarda lo sport, la politica ed il gossip dimenticandosi, spesso, che lo stesso non è dotato di ubiquità e che recentemente ha subito tagli al suo organico.

Infatti vorremmo sapere se Lei è al corrente che l’Ufficio Digos, oltre a patire l’assenza di un infortunato cronico e di due Ispettori (recentemente destinati ad altro incarico, privando quell’Ufficio della loro ventennale esperienza nel settore), fornisce almeno 3 elementi alla  settimana per la scorta ad un noto personaggio e che dopo aver rifondato la squadra tifoserie, ora dovrà occuparsi anche delle molteplici esigenze legate alla presenza della Juve under 23 che ha scelto quale sede in “casa” proprio lo stadio Moccagatta di Alessandria.

Vorremmo infine sapere se tali gravi criticità Le vengono correttamente rappresentate da chi ha il dovere di farlo, atteso che con l’organico drasticamente ridotto e le problematiche esposte, i carichi di lavoro sono ulteriormente aumentati senza che sia stata promossa alcuna strategia riorganizzativa che supportasse gli accresciuti impegni.

Distinti saluti.

 

Il Segretario Generale Provinciale Uil Polizia

Antonio Antonacci

 

La lettera: Impiego personale Digos Protesta

Condividi su: