News dalle Province,

Alessandria – Scuola Allievi Agenti: inattività del poligono di tiro – Richiesta di intervento urgente

Condividi su:

Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria. Inattività del poligono di tiro

Richiesta di intervento urgente

 

Lettera del Segretario Generale provinciale della UIL Polizia Antonio Antonacci indirizzata al Sig. Direttore la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria dr. Bruno DI RIENZO

 

Sig. Direttore,

da alcuni mesi il Poligono di tiro della Scuola Allievi Agenti di Alessandria è inattivo per un presunto guasto tecnico del software che lo gestisce.

Utilizziamo il condizionale perché a questa Organizzazione Sindacale, così come alle altre, non è pervenuta alcuna comunicazione ufficiale in tal senso e, pertanto, ci si deve affidare alle notizie che ci arrivano dal territorio.

Ci pare comunque inopportuna l’assenza di informazioni ufficiali al riguardo, soprattutto per il risvolto negativo che tale situazione sta determinando tra gli Allievi Agenti assegnati a svolgere il corso ad Alessandria e il restante personale di Polizia dei vari Reparti distaccati.

Infatti a causa della inattività del poligono di tiro gli Allievi Agenti del 200° e 202° corso, alloggiati presso la Scuola di Alessandria, così come tutto il personale distaccato nei Reparti della Polizia di Stato del Piemonte e delle Regioni limitrofi, che utilizzano costantemente tale struttura, non possono svolgere le previste attività addestrative di tiro.

Tale problematica è emersa nel corso della riunione per l’Addestramento e la formazione professionale, svoltasi il 14 giugno u.s. presso la Questura di Alessandria ed è stata sollevata proprio dal Presidente della Commissione, il Vicario del Questore, che ha segnalato tale anomalia e si è chiesto se nelle more della riparazione del software che gestisce le attività meccanizzate del poligono di tiro non si potesse farlo funzionare manualmente.

Come accennato parrebbe che la problematica sia legata ad un guasto del software e, più nel dettaglio, alla parte che gestisce lo spostamento delle sagome, da e verso gli stalli.

Se ciò fosse confermato non comprendiamo cosa impedisca, come si domandava lo stesso Presidente della Commissione formazione professionale, il posizionamento manuale delle sagome alla prevista distanza di tiro atteso che tale operazione era una pratica adottata presso il poligono della Scuola Allievi Agenti di Alessandria.

Infatti negli anni passati, quando la tecnologia nel poligono rivestiva un ruolo marginale nella quotidianità, gli operatori di Polizia che si addestravano effettuavano manualmente l’allocazione ed il prelievo delle sagome, in totale sicurezza, ad attività addestrative ferme e nel rispetto della sicurezza, senza che ciò determinasse alcun problema.

Di certo la problematica sta creando grossi problemi su tutte le attività addestrative dei Reparti del nord Italia, oltre a determinare un inaccettabile ritardo nella formazione degli Allievi Agenti, con il rischio di immetterli in attività di servizio senza la prevista formazione al tiro.

Attesa l’importanza della materia e le iniziative nazionali che questa Organizzazione sta per intraprendere, La invito a voler fornire, con la massima cortese urgenza, le informazioni richieste.

Distinti saluti.

 

 

IL SEGRETARIO GENERALE PROVINCIALE UIL POLIZIA

Antonio ANTONACCI

 

Il comunicato: Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Alessandria Inattivita del poligono di tiro Richiesta di intervento urgente

 

 

Condividi su: