News dalle Province

Intervento della UIL Polizia sulla Carenza di Organico in Molise

Il Segretario Provinciale UIL Polizia, Giovanni Alfano, torna sul rischio di cancellazione di due presidi che invece avrebbero bisogno di un incremento in termini di organico

Giovanni Alfano, Commissario e Segretario della UIL Polizia – Campobasso, continua a sostenere con forza la problematica della carenza di organico che affligge la Polizia Stradale nella regione del Molise, in particolare presso la Sezione di Campobasso e il Distaccamento di Termoli. Tale situazione, che incide direttamente sulla sicurezza pubblica, rappresenta una questione di strettissima attualità e di grande interesse per la collettività.

Alfano ha criticato apertamente le recenti decisioni del Ministero dell’Interno, che prevedono un incremento minimo di personale: “Per l’atavica carenza di personale il sindacato UIL Polizia ha da tempo chiesto al Ministero di rinforzare sia la Sezione della Polizia Stradale di Campobasso che il Distaccamento di Termoli, invece, in tutta risposta, in un prospetto di pianificazione per il potenziamento nazionale dell’organico il ministero dell’interno prevedeva recentemente solamente l’incremento di un’unità per entrambi gli uffici.”

Storia di Chiusure e Riduzioni

Negli ultimi anni, vari uffici della Polizia di Stato nel Molise hanno subito chiusure e riduzioni significative:

  • Chiusure: Il Distaccamento della Polizia Stradale di Larino, l’Ufficio della Polizia Ferroviaria di Isernia e l’Ufficio della Polizia Ferroviaria di Campobasso.
  • Riduzioni: L’ex Compartimento della Polizia Postale del Molise e la Questura di Campobasso sono stati soggetti a declassamenti di livello.

Queste misure hanno indebolito la capacità di gestione delle attività istituzionali e di garantire la sicurezza, tanto che gli uffici della Polizia Ferroviaria di Campobasso e Isernia, chiusi dalla “riforma Madia”, si trovano ora in una situazione critica nonostante la riattivazione delle relative stazioni ferroviarie.

Impatto sulla Sicurezza e Soluzioni Proposte

La mancanza di personale costringe il personale presente a “fare i salti mortali” o a ricorrere frequentemente all’ausilio di reparti esterni, come i Reparti di Prevenzione Crimine di Pescara e Foggia, incrementando notevolmente la spesa pubblica.

Il segretario UIL Polizia sottolinea come ci siano molti agenti molisani che, attualmente in servizio in altre città, desidererebbero rientrare in Molise. La UIL Polizia propone di favorire tali trasferimenti volontari, migliorando così la situazione della sicurezza regionale e, in particolare, quella della polizia stradale.

Conclusioni

Il Segretario Alfano ha dichiarato che la UIL Polizia “farà il possibile per far correggere il tiro e far dirottare in Molise altre risorse umane da impiegare al servizio dei cittadini”, evidenziando l’urgente necessità di rivedere le attuali politiche di assegnazione del personale per rispondere adeguatamente alle esigenze di sicurezza del territorio molisano.

Rassegna Stampa:

https://www.primonumero.it/2024/05/dopo-la-chiusura-della-polfer-e-la-declassificazione-della-questura-il-ministero-mette-a-rischio-anche-la-polizia-stradale/1530818825

https://www.quotidianomolise.com/articolo/polstrada-campobasso-e-termoli-se-non-si-interviene-subito-si-rischia-soppressione

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio