Pensione in caso di decesso di un Appartenente alla Polizia di Stato

Pensione in caso di decesso di un Appartenente alla Polizia di Stato

 

I familiari del defunto hanno diritto alla “pensione” nel caso ricorrano alcune condizioni.

Si parla di pensione di reversibilità a favore dei congiunti, quando il cd. Dante causa (defunto) sia titolare di una pensione diretta ovvero l’abbia in corso di liquidazione.

Si parla di pensione indiretta quando il dipendente deceduto abbia maturato 15aa. di assicurazione contributiva oppure 5aa. di assicurazione contributiva, di cui 3aa. nel quinquennio precedente la data del decesso.

 

Hanno diritto del “corrispettivo” i seguenti soggetti:

  • coniuge, anche se separato legalmente;-coniuge divorziato (a particolari condizioni);
  • figli ed  equiparati che non abbiano superato i 18aa. d’età;
  • figli inabili;
  • figli che siano a carico del “defunto” con frequenza scolastica o professionale (limite 21aa. età anagrafica);
  • figli che siano a carico del “defunto” con frequenza universitaria (limite 26aa. età anagrafica);
  • genitori, che al momento della morte del “dante causa”, abbiano compiuto i 65aa. d’età anagrafica, non siano titolari di pensione e siano a carico del defunto;
  • fratelli celibi e sorelle nubili che al momento della morte del “dante causa”,  non siano titolari di pensione e siano a carico del defunto.

 

Il corrispettivo percentuale sarà il seguente:

  • 60%  coniuge senza figli;
  • 80%  coniuge con un figlio;
  • 100%coniuige con due  figli;
  • 70% un figlio superstite;
  • 80% per due figli;
  • 100%per tre o più figli;
  • 15%  per un  genitore;
  • 30%  per due genitori;
  • 15% per un fratello o una sorella;
  • 30% per due o più fratelli o sorelle.

 

Gli importi dei trattamenti pensionistici ai superstiti sono cumulabili con il reddito del beneficiario nel rispetto dei limiti di cui alla tabella F, L.335/1995  (e succ. aggiornamenti).

Tanto più elevato è il reddito del “superstite”, tanto la prestazione erogata dall’Inps si riduce.

 

Schema

(aggiornamento al 2017)

REDDITO TAGLIO PRESTAZIONE %
 Limite  19.573           0
19.574 – 26.098            25%
26.099 – 32.622            40%
 Oltre    32.623            50%

 

La domanda, per il diritto, dovrà essere presentata online all’INPS, attraverso il servizio dedicato.

In ultimo, alla domanda se esista una cd. ”reversibilità della reversibilità”, non si può che rispondere in senso negativo.