Sindacato,

Riordino delle Carriere: sentiamo cosa ha da dire l’Amministrazione

Condividi su:

Riordino: sentiamo cosa ha da dire l’Amministrazione

Oggi Sapremo finalmente cosa ha da dire l’Amministrazione ai sindacati di Polizia sui correttivi al Riordino delle Carriere.

La bozza di decreto attuale, che dovrà essere approvata dal Parlamento non soddisfa affatto le aspettative del personale e le esigenze di di funzionalità delle nostre Carriere ed abbiamo espresso, insieme alla totalità delle altre Sigle Sindacali, la nostra ferma disapprovazione.

Nessuna unificazione dei ruoli o quanto meno semplificazione del passaggio da ruolo Assistenti a quello dei Sovrintendenti;

Nessun intervento riparativo per la vergognosa questione dei Funzionari RE retrocessi e fortemente penalizzati rispetto ai loro omologhi delle altre Forze di Polizia;

Nessuna retrodatazione per i colleghi che hanno frequentato o stanno frequentando i corsi per Vice Ispettore;

Nessuna soluzione della problematica dei colleghi del 7 e 8 Corso per V.Ispettori

Nulla sullo scorrimento integrale della graduatoria del Concorso per 501 V.ispettori, ne’ sull’annoso problema degli ispettori Capo transitati nella qualifica di Ispettore Superiore con anzianità superiore agli 8 anni, nulla sul giusto assetto degli ispettori Superiori transitati nella qualifica di Sostituto Commissario.

Se non riceveremo risposte concrete – a cominciare dal reperimento di risorse necessarie per emendare il decreto – continueremo con iniziative sempre più incisive la nostra protesta contro un provvedimento inadeguato che non risponde alle esigenze della Categoria.

Condividi su: