Sindacato,

Una volta le chiamavano balle

Condividi su:

Una volta le chiamavano balle

 

Adesso è più di moda l’anglicismo fake news, ma la sostanza non cambia: sempre di bugie si tratta, talvolta dettate dalla malafede, altre volte frutto di superficialità o ignoranza.

Un esempio: su molti siti sindacali campeggia a grandi lettere l’invito a far ricorso per ottenere il ricalcolo pensionistico, per i dipendenti arruolati prima del 1° gennaio 1996, chiedendo l’applicazione dell’art. 54, comma 1, T.U. 1092/73, che prevede il raggiungimento del 44% della base pensionabile al raggiungimento dei 15 anni di servizio, per il calcolo della pensione con il sistema retributivo o misto.

Il tutto sulla base del fatto che alcune corti dei conti regionali hanno riconosciuto tale diritto ad alcuni militari andati in pensione.

Per evitare di alimentare false speranze (il cui costo è quasi sempre la richiesta di iscrizione) è però bene precisare che:

  1. la cosa riguarda solo coloro che alla data del 31 dicembre 1995 avevano già maturato almeno 15 anni di servizio, considerato che chi aveva un’anzianità inferiore è stato collocato nel sistema interamente contributivo;
  2. la cosa riguarda solo coloro che non hanno comunque già raggiunto il rendimento massimo dell’80% della base pensionabile;
  3. la cosa riguarda solo i militari e (forse) coloro che sono entrati nella Polizia di Stato prima della legge di riforma, come chiarito nelle sentenze che hanno riconosciuto il diritto.

Come si vede, se si racconta la verità, il numero degli interessati si riduce drasticamente e di conseguenza anche il numero delle iscrizioni, estorte con false promesse.

Ma noi siamo un poco masochisti e … ci piace dire la verità.

 

La segreteria nazionale

 

Il comunicato: balle

 

Condividi su: